BALISTICA APPLICATA ALLA CRIMINOLOGIA

Il professionista Ezio Denti, grazie a laboratori specializzati, si occupano di effettuare l’esame dell’arma e della sua meccanica, della definizione del numero dei colpi inesplosi nel caricatore, dell’identificazione del calibro dei proiettili esplosi, nonché l’interpretazione dei rilievi ambientali e testimoniali.

Per Balistica Forense si intende tutto ciò che ha a che vedere con l’impiego tentato od avvenuto, diretto o indiretto, di un’arma da fuoco nota oppure no, contro un essere umano od un bersaglio inanimato e che sia in ogni caso d’interesse giudiziario, penale e/o civile.

È possibile suddividere le sfere di competenza dell’indagine balistica in tre ambiti:
1) balistica interna: studia il comportamento della pallottola quando essa si trova ancora all’interno della bocca da fuoco;
2) balistica esterna: ciò che succede a un proiettile e ai residui fuori dall’arma, inclusa la direzione e la velocità dello sparo, così come qualsiasi deviazione della traiettoria;
3) balistica terminale: studia la reazione di un corpo che entra in contatto con il proiettile.

In particolare, nei casi di crimini violenti compiuti con l’uso di un’arma da fuoco, lo Studio Investigativo si occupa, per il tramite di laboratori specializzati, dell’esame dell’arma e della sua meccanica, della definizione del numero dei colpi inesplosi nel caricatore, dell’identificazione del calibro dei proiettili esplosi, nonché l’interpretazione dei rilievi ambientali e testimoniali.